5
July , 2022
Tuesday
Festeggia 25 anni il gelato allo yogurt PreGel. Dall'incontro tra di un alimento sano e ...
Le foto del matrimonio a Roma sono non un semplice ricordo, ma IL ricordo della propria ...
AreaSenior nasce come progetto editoriale che si occupa del mondo della Terza Età in maniera ...
Le offerte speciali di soggiorno a Torino del tour operator della Holding ThesauronIn occasione del ...
Il web marketing è una branca del marketing applicata ad internet. Riguarda in pratica le ...
Sino a ieri, produrre dei modelli in scala o in dimensioni reali di un prototipo, ...
Con le membrane termoelettriche MEC3000, Vividomotica propone una soluzione intelligente che elimina il gas metano ...
Dopo il conseguimento dell’abilitazione professionale, un numero sempre più alto di professionisti - come avvocati ...
  Collocato all’interno della Cantina Gulfi a Chiaramonte Gulfi, il nuovissimo Gulfi Resort apre le porte all’estate 2011, arricchito ...
Le cabine di verniciatura vengono utilizzate all'interno delle industrie di piccole o grandi dimensioni per ...

Archive for Novembre 11th, 2009

Libretti di risparmio postale

Posted by Redazione On Novembre - 11 - 2009 ADD COMMENTS

I libretti di risparmio postale non hanno spese di apertura o di chiusura, sono esenti dalle imposta di bollo e si possono aprire presso qualunque ufficio postale. Possono essere cointestati e si dividono in:
– ordinari
– speciali speciali (dedicati ai minori di eta’)
– giudiziari

Il libretto ordinario puo’ essere intestato al massimo a 4 persone ed al minore come unico intestatario. Per aprirlo occorre un documento d’identita’ valido ed il codice fiscale.
Il rendimento varia dall’1% (rendimento giallo) all’1,5% (rendimento oro); non sono previste commissioni per l’apertura, per i versamenti e per i prelievi. Sono esenti dall’imposta di bollo.

I libretti speciali si dividono in 3 tipologie:
– da 0 a 12 anni
– da 12 a 14 anni
– da 14 a 18 anni

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare:
http://www.poste.it/bancoposta/librettopostale/index_minori.shtml

I libretti giudiziari accoglie somme di denaro che derivano dall’attivita’ giudiziale come pignoramenti e sequestri. Il rendimento e’ dell’1%, non ci sono spese e commissioni per l’apertura e la chiusura e non sono previsti costi per i versamenti ed i prelievi. Questi libretti sono esenti dall’imposta di bollo.