25
May , 2022
Wednesday

Gazebo e Punti d’incontro sono stati aperti in varie località della Provincia di Salerno le cui attività proseguiranno per tutto il mese di giugno e luglio, al fine di attivarsi anche per le adesioni al PdL. Costruttivi sono stati gli incontri con i Cittadini per dialogare sugli ultimi obiettivi perseguiti dal Governo. Illustrare ai cittadini la grande opera di razionalizzazione della spesa pubblica realizzata dalla manovra economica del governo, avviare una campagna contro gli sprechi nelle pubbliche amministrazioni, raccogliere le opinioni degli italiani circa il livello di integrazione degli immigrati che vivono nel nostro Paese. Sono i principali obiettivi per i quali, il  5 e 6  giugno, i Promotori della Libertà si  sono mobilitati nelle città italiane. Con la manovra presentata dal governo nei giorni scorsi prende il via una grande opera di ristrutturazione e contenimento della spesa pubblica che, partendo dal livello centrale, è destinata a coinvolgere tutte le amministrazioni pubbliche. Si tratta di misure che avranno conseguenze molto positive per l’Italia come per gli italiani e che si intende fare conoscere con chiarezza. I Promotori della Libertà hanno invitato i cittadini stessi a collaborare con le giunte locali / i dirigenti locali del Pdl segnalando gli sprechi di cui sono direttamente a conoscenza.

L’altro tema-chiave della mobilitazione è stato il rapporto tra immigrati e società italiana. Dopo aver raccolto, con la recente indagine commissionata all’istituto Piepoli, alcune indicazioni sul livello di integrazione degli extracomunitari, i Promotori hanno chiesto agli italiani di esprimersi sull’argomento attraverso un questionario che affronta il tema della reale avvenuta integrazione degli immigrati quale presupposto fondamentale anche per l’acquisizione della cittadinanza, al fine di fornire materiale prezioso al lavoro di governo e parlamento. Presso i gazebo che sono stati allestiti è stato possibile anche  iscriversi al Popolo della Libertà e condividere le attività dei Promotori della Libertà.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply