25
September , 2022
Sunday

E’ stato pubblicato online il nuovo sito web ufficiale di Procelltech, azienda di Colleretto Giacosa (TO) che opera nel settore delle biotecnologie, occupandosi in particolar modo dei risvolti medici degli sviluppi scientifici di questo ambito.

Le pagine del nuovo sito aziendale sono state arricchite con dei contenuti molto dettagliati, in modo da informare in maniera completa e precisa circa le attività svolte; essendo Procelltech un’importante realtà a livello internazionale, i testi sono stati redatti in lingua inglese.

Procelltech si propone come valido partner sia per aziende private, dunque ad esempio case farmaceutiche impegnate nella ricerca scientifica, che per enti pubblici come aziende ospedaliere, Atenei ed altre realtà di ricerca a carattere statale.

Procelltech offre un servizio di supporto e consulenza per la creazione e/o gestione di Cell Factories e di biobanche.

Con il termine Cell Factories si intende il luogo di produzione di prodotti medicinali da impiegarsi nella cosiddetta “terapia avanzata” come ad es. le terapie cellulari con cellule staminali Questi prodotti rappresentano la cosiddetta “medicina rigenerativa” che prevede un approccio completamente differente rispetto alle classiche metodologie curative.

Mentre infatti la medicina classica prevede la sostituzione del tessuto danneggiato, ovvero del tessuto affetto da patologia, la medicina rigenerativa cura la malattia attraverso appunto un processo di rigenerazione cellulare del tessuto stesso.

Questa tecnica ha già riscosso grandi successi in tutto il mondo, e Procelltech opera nel massimo rispetto della normativa europea che disciplina il settore.

L’azienda, infine, è in grado anche di fornire ad aziende ed enti pubblici di ricerca consulenza anche nell’ambito della gestione e controllo qualità di biobanche contenenti tessuti umani, da utilizzare per scopi scientifici.

Per maggiori informazioni su cGMP sterility test clicca sul link.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply